+39 069999046
info@casasabate.it

Blog

Il 25 Aprile degli ospiti di Casa Sabate – dalla Sicilia a Gorizia

Gli ospiti di Casa Sabate

TESTIMONIANO

dalla Sicilia a Gorizia

25 Aprile 1944 – 25 Aprile 2019

 

A 74 anni dalla liberazione quanti anni avevo e dove ero – cosa ricordo di quel giorno?

Mario: aveva 10 anni – dalla sua casa cantoniera di Monte Mario a Roma ha visto i tedeschi andare via – dopo il loro passaggio ha messo in bella vista la bandiera italiana – sventolava molto bene – sono arrivati gli americani – un soldato si è staccato al passo di corsa dalla sfilata – ha preso la sua bandiera ed è ritornato con i suoi compagni tenendo alta la bandiera italiana;

Gilberto: aveva 17 anni – si trovava a Roma quartiere Prati. Nella sua infanzia ed adolescenza è stato balilla trombettiere. E’ stato riformato e non è andata soldato- Oggi ricorda il 25 Aprile soprattutto per la data del suo matrimonio presso la chiesa San Andrea al Quirinale dove ha anche festeggiato nozze d’Argento, d’Oro e diamanti. In quella chiesa il suo è stato il primo matrimonio celebrato in quel luogo così prestigioso;

Gabriella: aveva 17 anni – si trovava a Firenze. Risiedeva lungarno e ha visto il grande trambusto tra Tedeschi che andavano via e Americani che arrivano. Alcuni ponti sono stati fatti saltare e gli abitanti del lungarno sono stati evacuati nel centro della città e ha dovuto lasciare la casa. Quando sono entrati gli Americani a Firenze è sceso un grande silenzio e poi si sono aperte le finestre;

Nerina e Guerrino: avevano 18 e 19 anni – si trovavano a Trieste;

Giulia: aveva 19 anni – si trovava a Gorizia e ricorda di aver molto sofferto per la guerra;

Mara: aveva 17 anni – si trovava a Bracciano. Il rifugio era al castello. Bracciano era un importante nodo di passaggio per andare a Orte e Civitavecchia. Ha visto passare gli Americani con o mezzi pesanti e i partigiani su le loro jeep;

Vilma: aveva 10 anni – si trovava a Reggio Emilia. Sono arrivati gli Americani sui le loro jeep e con la sorella più grande sono andate al centro della città per vederli;

Luciana: aveva 20 anni ma della liberazione non ricorda niente. Per lei il 25 Aprile è bellissimo perché rappresenta il compleanno del matrimonio della figlia. “ero vicina all’altare”!

Maria Grazia: aveva 18 anni – si trovava a Roma a casa. Ha tirato fuori dai cassetti le bandiere e bandierine italiane che ha messo dentro casa e alle finestre;

Marisa: aveva 16 anni – si trovava in Piemonte. É stata sfollata con la famiglia in campagna perché lì la guerra si era fatta molto cruente. Dopo la partenza dei tedeschi si ricorda soprattutto le ritorsioni fatte subire ai collaboratori sulla piazza del villaggio;

Alba: aveva 17 anni – si trovava in Calabria;

Pippo: aveva 16 anni ma non “può” più testimoniare;

Maria: aveva 16 anni viveva in Toscana in provincia di Lucca con la famiglia. Quei giorni era andata a trovare sua cognata in Piemonte ma lì è rimasta bloccata in questo paesino non potendo tornare per via dei tanti bombardamenti;

Daniela: aveva un anno – si trovava a Roma, possiamo dire che è l’unica che non ha sofferto la guerra;

Cristel: aveva 9 anni ultima figlia di una famiglia di 5 bambini – si trovava a Coblenz Germania. I bombardamenti erano terribili e loro vivevano in una cantina anche loro in attesa degli Americani.

ospiti di casa sabate ospiti di casa sabate ospiti di casa sabate ospiti di casa sabate